Il gestore di password NordPass ha list of the top 200 most common passwords rilasciato uno dell’anno 2020. Non sorprende che ” sia la 123456 password più popolare di quest’anno. L’elenco contiene anche le password tipiche come “password”, “qwerty”, “abc123″, “iloveyou”, ecc. 123456 is the most common password of 2020

NordPass è stato in grado di compilare l’elenco in collaborazione con una terza parte specializzata nella ricerca sulla violazione dei dati. Per creare l’elenco è stato valutato un database di 275.699.516 password. È importante notare che le password in questi elenco sono quelle che hanno fatto parte di violazioni dei dati, il che significa che sono probabilmente password per servizi non sicuri che hanno trapelato i loro dati utente o sono stati violati da attori malintenzionati. Quindi non si può dire con certezza che gli utenti utilizzano queste semplici password per account importanti come Google o l’online banking, in quanto non memorizzano le password in testo in chiaro, quindi non possono perderle.

L’elenco è diventato una sorta di tradizione annua, anche se può essere rilasciato da più aziende diverse. Contengono più o meno le stesse password, tuttavia. Ti invitiamo a rivedere queste password, nel caso in cui ce ne sia una che usi attualmente.

” 123456 ” prende il primo posto come password più comune del 2020

Secondo l’elenco pubblicato da NordPass, 123456 ” ” è la password più comune di quest’anno con più di due milioni di utenti, passando dal secondo posto dello scorso anno. Un 123456 “789” leggermente più lungo è al secondo posto con 961.435 utenti, “picture1″ occupa il terzo posto con 371.612 utenti, la classica “password” è al quarto posto con 360.467 utenti, e ” 123456 78″ è quinto, con 322.187 utenti. Per tutte le password menzionate ad eccezione di “picture1″, il numero di volte in cui è stato esposto è in milioni, con ” 123456 ” esposto più di 23 milioni di volte.

L’elenco contiene anche password come “iloveyou”, “000000”, “asdfghjkl”, “unknown”, “1q2w3e4r”, “qwerty123″, “aaaaaaa” e “qazwsx”. Nomi come “alexander”, “gabriel”, “robert”, “taylor”, “matthew” e “andrea” sono anche password comunemente usate. I nomi delle persone che hanno avuto una significativa presenza mediatica durante l’anno sono spesso usati anche come password. Ad esempio, quando l’attuale presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato eletto nel 2016, le password contenenti alcune variazioni di “Trump” erano comuni.

Gli utenti potrebbero pensare che l’aggiunta di numeri a una password renda più difficile il crack e, sebbene sia vero, non si applica quando la password è qualcosa di facile da indovinare come “password” o “qwerty”. “password123″ è facile da indovinare / decifrare come “password”.

Qual è una buona password e perché riutilizzare le password è pericoloso

Gli utenti possono evitare di vedere le loro password in questo elenco yearly semplicemente creando quelle più complesse. Più una password è casuale, più difficile è decifrarla. Casuale non significa necessariamente combinazioni casuali di lettere, significa semplicemente che la password non dovrebbe avere senso per nessuno tranne che per te. Puoi prendere tre parole diverse e metterle insieme per creare una password complessa che ci vorrebbero anni per rompersi. L’uso di lettere, numeri e simboli maiuscoli e minuscoli aumenterebbe anche la sicurezza della password. Oppure puoi avere una password completamente strapazzata, con combinazioni casuali di lettere, numeri e simboli. Per dirla semplicemente, crea una password che ha senso solo per te o randomizzala completamente.

Gli utenti che utilizzano password semplici hanno anche maggiori probabilità di riutilizzare le stesse più volte. Questa è un’abitudine pericolosa da avere, che potrebbe portare a più account hackerati e informazioni personali rubate. Ad esempio, se usi la stessa password per accedere a un gioco mobile e per accedere al tuo account e-mail, se il gioco perde le tue credenziali di accesso, anche il tuo account e-mail diventa vulnerabile. Per questo motivo, per quanto forte sia la tua password, non dovresti mai usarla due volte.

Forse il motivo principale per cui gli utenti non solo usano password semplici ma le riutilizzano è perché quelle complesse sono difficili da ricordare, specialmente quando ce ne sono molte da ricordare. Fortunatamente, questo problema è facilmente risolvibile. Gli utenti possono utilizzare gestori di password che possono non solo creare password complesse, ma anche archiviarle in modo sicuro. Ci sono molti ottimi gestori di password, che vanno da quelli gratuiti a quelli premium.

Infine, vorremmo menzionare che, se possibile, proteggi i tuoi account con l’autenticazione a più fattori. L’autenticazione a più fattori offerta dipende dal servizio. Ad esempio, puoi utilizzare l’autenticazione a due fattori tramite SMS o un’app oppure puoi usare l’impronta digitale o il viso per confermare. Sfortunatamente, ci sono ancora molti servizi ampiamente utilizzati che devono ancora implementare l’autenticazione a più fattori. Ma quando viene offerto, usalo!

Incoming search terms:

Lascia un Commento